Storie

Ecco qui pubblicati i vostri racconti.

Ora tocca a te!
Scrivi la tua storia, potrà essere scelta tra le 12 vincenti.
Salve e buongiorno, sono Gisele, ho 4 anni, voglio ringraziare hai miei nonni, che sono sempre presente, non dicono mai che sono stanche, la nonna è un amore , sempre quando apre la Porta di casa tua me recebe con braccio aperto e un grande sorriso stampato in faccia, nonno Ahahahaha, mio nonno è uno che scherzi sempre, non se capisce quando è arrabbiato, non fa pesare nulla, la mia nonnina ha quasi 74 anni ma mi sembra una ragazzina, perché è sempre solare, grazie nonna per tutto e anche pela pasta asciutta che solo te sai preparare, tvtbene nonni
Leggi il racconto di
Manugise2
Ciao sono Cloe ho 5 anni e sono cresciuta insieme ai miei nonni perché i miei genitori sono spesso a lavoro.
La nonna l' ho chiamata mamma dal primo
Momento,so che lei mi permette tutto e il nonno cerca sempre di strapparmi un sorriso..
Il ricordo più bello che ho e stato quando ci siamo visti dopo qualche giorno di vacanze, io correvo lungo la strada e il nonno che guidava nella mia
Direzione , vedendomi ha lasciato l' auto e sceso e mi ha rincorso a braccia aperte.
Io desidero dormire a casa con i nonni ogni sera e mamma spesso me lo permette.
So che quando non ci saranno più io li potrà pensare intensamente e la nonna verrà nella mia mente, e mi aiuterà a decidere per me come fa sempre.
Me l'ha detto lei!
Auguri nonni
Leggi il racconto di
Cloetta2012
La mia nonna è molto dolce e trascorriamo tanti momenti felici insieme. Un ricordo tenero che ho della mia nonna Maria è che, quando ero piccola, amava farmi vestitini e borsette con lana ed uncinetto. Spesso cucina vestitini uguali sia a me che alle mie bambole ed io ero contentissima!
Leggi il racconto di
Francesca
La chiamavano tutti nonna ,anche quelli che non erano suoi nipoti.
Era famosa per le merende che preparava d'estate nel prato della casa di montagna , accogliendo tutti i bambini del vicinato che arrivavano affamati e ingolositi.
A 78 anni si mise in testa di ritornare per l'ultima volta, sul ghiacciaio dove tante volte aveva portato i suoi nipoti, diventati grandi sui sentieri di quelle montagne.
Il rifugio Mezzalama reca ancora la sua firma posta sul registro delle presenze, in quel giorno memorabile di Luglio.
Ha lasciato in eredità ai suoi nipoti la passione per quelle cime spettacolari della Val d'Aosta.
Leggi il racconto di
Ariel51
Mi chiamo Maddalena ho 34 anni e vivo a Milano..e il mio nonno Carlo è l'unico nonno che ho avuto la fortuna di conoscere..e forse questo lo ha reso un nonno ancora più speciale!
Non è mai stato un nonno affettuoso..uno di quelli che ti riempiono di regali e ti viziano..
Era un uomo d'altri tempi, forte, severo, tutto d'un pezzo.
Uno di quei nonni che aveva fatto la guerra..quella vera..quella che gli aveva lasciato segni indelebili..sia fuori che dentro..
Uno di quei nonni che di parole ne diceva poche..e di carezze ne dava ancora meno..
Ma poi ti faceva sedere sulle sue ginocchia spigolose e segnate dagli acciacchi dell'età e quel sorriso abbozzato era pieno di tutto l'amore del mondo..
..ed è proprio questo il miglior insegnamento che mi ha lasciato....apprezza le piccole cose..
E come direbbe lui nel suo classico dialetto milanese "des ann da guera" (10 anni di guerra) a tutti non farebbero poi tanto male..e forse non aveva poi tanto torto! :-) Auguri Nonno Carlo!




Leggi il racconto di
madi1983
Ora sono più grande e con il nonno Geppino non gioco più tanto, ma uno dei ricordi più carini che ho è quando giocavamo con la pista del trenino Thomas. Ad ogni stazione lui mi raccontava qualcosa del posto che stavamo visitando. L'ultima stazione era sempre Milano, dove abita zio.
Leggi il racconto di
Lorenzo
Ricorderò per sempre le Tue mani forti e sempre calde.Quante cose hanno fatto per me quelle Tue mani cara Nonna Mia! Mi hanno preso in braccio appena nata, mi hanno allevata, quanti pannolini mi hanno cambiato, quanti biberon e pappine mi hanno imboccato, quante carezze amorevoli mi hanno dato!Quante passeggiate insieme mano nella mano abbiamo fatto.Mi fermavo spesso ad osservare quelle Tue mani forti e robuste che impastavano focacce, panzerotti, crostate e i cappelletti della Domenica che dovevi generosamente dare a tutti!Quanti lavori nei campi hanno fatto, quanti lavori a maglia, hanno cucito, cucinato, hanno accarezzato, hanno fatto nascere una bambina, hanno accarezzato il viso del figlio morto, hanno aiutato tante persone, hanno pregato. Ho accarezzato fino all'ultimo momento le Tue mani, le ho strette forte forte sperando che questo bastasse per non farti andare via.Le ho toccate per l'ultima volta, per la prima volta fredde, prima di lasciarti andare via per sempre.Grazie!
Leggi il racconto di
alegna20
La mia è una famiglia numerosa, in totale siamo 10 cugini. Mia nonna da sempre è la capo famiglia, quella che tira le redini del gruppo e alla quale tutti si affidano per un consiglio o un aiuto.
Il mio ricordo più bello, di quando ero piccolo, sono le domeniche passate nella sua casa di campagna, dove ai tempi c'era anche un bellissimo campo di grano. I genitori portavano tutti noi cugini alla casa fin dalla mattina (a volte già dal sabato sera). La mattina la aiutavamo un po' nelle faccende domestiche, soprattutto nell'orto e nel pollaio. Poi pranzo tutti insieme, una pennichella e infine si dava il via ai giochi (tornei di calcio e pallavolo!). Finché non ci chiamava per la merenda con frutta del giardino e pane burro e marmellata. Tornavamo a casa la sera, stanchi, pieni di terra fin sopra i capelli ma felici! Ora siamo cresciuti, ma tutti i momenti felici passati insieme mi accompagneranno per sempre. Grazie mille nonna!
Leggi il racconto di
Nove84
Mia Nonna si chiama Emma ed è sempre stata come una seconda mamma per me.
Fin da quando ero piccola mi ha sempre accudito, coccolato e, soprattutto, viziato! Il ricordo più bello che ho è di quando mi ha insegnato a fare la crema di caffè. Da buona campana per lei bere un buon caffè è sempre stato qualcosa di irrinunciabile, soprattutto dopo i pasti, da preparare rigorosamente con la moka. Così, un giorno ha preso una tazzina ed ha annunciato "è ora che tu impari a fare la crema di zucchero, così d'ora in avanti potrai prepararmelo tu un buon caffè!". E così è stato e da quel giorno in avanti, in qualche modo, ho potuto viziarla un po' anche io! Ancora oggi, quando vado a trovarla, abbiamo questo piccolo rito e davanti a una buona tazza di caffè (con la cremina di zucchero) le racconto un po' della mia vita... Grazie nonna, per essermi sempre stata vicina! E w il buon caffè :)
Leggi il racconto di
FlowerPower
Ho un bellissimo ricordo delle colazioni in estate a casa in campagna dai Nonni. In particolare mio nonno nella sua canottiera bianca impegnato a farsi la barba con il pennello, alla vecchia maniera, ed io e mio fratello a fare colazione con la ricotta calda zuccherata, che lui ogni mattina ci faceva portare dal pastore!
Leggi il racconto di
Elipek
Grazie nonna Adelia, perché mi trasmesso hai trasmesso la tua generosità
Grazie nonno Luigi, perché mi hai fatto sempre sentire una principessa
Grazie nonna Maria, perché mi hai regalato i tuoi tratti eleganti e gentili
Grazie nonno Mileno, perché anche se non ti ho mai conosciuto mi hai regalato un papà
Leggi il racconto di
Giulia
Io sono molto fortunato!! Ho quattro nonni!! Il più "maturo" (diciamo così!!) ha 80 anni, lavora ancora e sapete come va a lavoro tutti i giorni...sul suo scooter!!...ovviamente non dimentica mai il suo casco...e meno male!!...da grande spero di diventare così: pieno di energia da non fermarmi mai!!... evviva i nonni!! Evviva i miei nonni!!!
Leggi il racconto di
Gabriele
Sono Dario ho 9 anni e anch'io ho una nonna speciale...quando ci vediamo, purtroppo siamo lontani lei vive a Capua, mi prepara sempre i miei piatti preferiti come ad es. gli spaghetti con le vongole...è sempre molto buona con me anche quando faccio il monello. Vorrei ringraziarla per radio e dirle che le voglio tanto bene...
Leggi il racconto di
DARIO
Mio nonno è il più buono che c' è, ci da frutta e verdura di prima qualità grazie al suo orto, è il nonno più divertente del mondo ama scherzare ci fa divertire ci ha insegnato ad andare in bici quando eravamo piccoli. Nonno Mario è il migliore.
firma Savio Tremiterra
Leggi il racconto di
savio
Non abbiamo conosciuto molti dei nostri nonni: la nonna paterna è morta prima che nascessimo, il nonno paterno l' abbiamo avuto per pochi anni. Il nonno materno ,mai visto,perche' ha lasciato moglie e figlia (nostra mamma e nonna). Ma tutto cio' serviva ad introdurre il fatto che sì, abbiamo solo una nonna ora, ma e' la piu' speciale e fantastica del mondo...La nostra nonna si chiama Marisa, e' molto giovanile, e' sprint, guida benissimo la macchina e' buona, spiritosa e al passo con i tempi. Potrei aggiungere ancora mille cose, ma non importano, la cosa che piu' conta per noi e' che da quando i nostri genitori si sono separati, con lei e mamma siamo una famiglia! Lei ci ha acolti in casa, ci ha aiutati a crescere, ha superato con noi mille diffocolta' della vita,non si scoraggia mai e con la sua modesta pensione e i continui sforzi per arrivare a fine mese non ci ha mai fatto mancare niente..anzi..ha rinunciato a tutto per noi.Solo grazie nonna ti amiamo tanto. Gigi e Francesca...
Leggi il racconto di
rapper
Ciao a tutti. Siamo Enzo e Giulia, abbiamo 7 e 2 anni e nostra nonna si chiama Maria.
Lei è bravissima in cucina e ci prepara tanti bei pranzetti e dolci da leccarsi i baffi. La domenica è sempre festa quando andiamo a mangiare da lei e, dopo pranzo, trasformiamo la sua mansarda ordinata in una ludoteca disordinatissima.
E' tanto paziente con noi ed è sempre pronta ad aiutarci e a coccolarci, soprattutto quando siamo ammalati.
Leggi il racconto di
Giulia ed Enzo
Un augurio speciale alla mia super nonna Clelia. Lei in realtà non è la mia vera nonna. È una super donna che 30 anni fa ha deciso di prendersi cura di una donna sola, mia madre. Non ha esitato a prendersi cura anche di me e per questo le sarò per sempre riconoscente! Una nonna più nonna di così non si può!
Leggi il racconto di
Giulia Vercesi
Voglio dire un grande Grazie Nonna per avermi insegnato, con i suoi racconti di una vita difficile, a non dare per scontate tutte le cose belle e buone che arrivano nella mia vita! Grazie Nonna porterò sempre con me i tuoi insegnamenti.
Leggi il racconto di
EnricoC
I miei nonni non ci sono più, ma conservo bellissimi ricordi. Ero piccolo e i miei genitori mi portavano in vacanza da loro. Non abitavano vicini a noi, per cui potevo vederli solo a Natale e in Giugno, finita la scuola. I miei nonni abitavano in campagna, in un paesaggio da favola; avevano le mucche, un asino, le galline e i conigli. Ricordo che al mattino il nonno mi portava con sé nei campi, a rastrellare il fieno per le mucche. Il profumo che respiravo è ancora vivo, se chiudo gli occhi lo sento, è impresso in me come una fotografia. Quando finivamo la raccolta era ormai ora di pranzo e quello era un momento magico. La nonna ci aspettava a casa, trascorreva il suo tempo in cucina a preparare dei piatti allora poveri ma che oggi vengono considerati come alta cucina; il baccalà alla vicentina, il brasato con la polenta, la pasta e fagioli. Fu proprio li, in quella cucina che nacque in me la passione per i fornelli, passione che oggi ho trasformato in lavoro. Grazie Nonni!
Leggi il racconto di
Ivano Pez
Avevo circa 7 o 8 anni, e a quei tempi, a casa di mio nonno, amavo giocare con i lego insieme a lui. Un giorno, per non so quale arcano motivo, iniziai a gettare i miei lego dal balcone, facendoli finire in strada e sul marciapiede sottostante. Mio nonno si sporse dalla finestra, e vide la strada e il marciapiede cosparsi di tanti piccoli pezzi colorati. Mi chiese:"Davide, ma hai buttato i lego dal balcone?" e io risposi:"si.". Chiese nuovamente:" e perché l'hai fatto?" e io :"uhm... non lo so.". Una persona qualsiasi al mondo probabilmente si sarebbe arrabbiata per un gesto così insensato. Lui non si arrabbiò, scese semplicemente in strada con un sacchetto e raccolse ogni singolo lego, riportandoli su tutti, senza aggiungere altro. Grazie a questo piccolo aneddoto ho imparato che ogni tanto possiamo fare cose stupide e senza senso, e che le persone vicine a noi possono limitarsi a "raccogliere i nostri lego", senza fare domande, e che questo basta a farci capire i nostri errori.
Leggi il racconto di
Dave92
Di mia nonna non ho molti ricordi, ma mi piaceva molto ascoltarla quando mi raccontava la sua giovinezza, di quando lavorava nelle risaie dell oltrepo Pavese e soprattutto di quando non c'erano le macchine ma carrozze con i cavalli. Mi ricordo perfettamente l'odore di buon cibo che si respirava entrando in casa sua
Leggi il racconto di
Cris
E' capitato spesso, quando eravamo bambine, di metterci insieme alla nonna attorno al tavolo della cucina, coperto da una tovaglia un po' sbiadita, ed osservarla trasformare un ammasso informe di farina e uova in una sfoglia sottile. Ma uno dei ricordi più belli è il momento in cui ci insegnava una delle sue tecniche; ad esempio nella preparazione degli gnocchi, come usare le nostre manine per creare dei piccoli serpentelli e successivamente usare il famigerato coltello (che ovviamente non ci era permesso di toccare al di fuori di questa preziosa occasione) per tagliare tanti piccoli quadratini così da creare i buonissimi gnocchetti, che dovevamo poi posizionare delicatamente su un vassoio di cartone spolverato con un po' di farina, così da non farli attaccare!
Leggi il racconto di
Carmen_09
Ciao a tutti!!! Sono Marta e ho 10 anni.
Oggi vi racconterò del mio carissimo nonno.
Mio nonno si chiama Antonio è molto speciale per me...quando esco da scuola che sono sfinita, ogni mercoledì, lui mi fa subito tornare il sorriso e l'energia sufficiente per andare a prendere un buonissimo gelato e a giocare con le amiche ai giardini!!! La mattina non voglio mai alzarmi , ma appena penso a mio nonno ho subito voglia di alzarmi e di fare tantissime cose insieme a lui!!!
AUGURI NONNI!!!
Leggi il racconto di
MARTA
Ore e ore trascorse in cucina insieme a fare gli agnolotti a mano, con la mamma che ci rimproverava per il troppo caos...!
E fare gli agnolotti era la scusa per stare li ad ascoltare i tuoi racconti, i tuoi piccoli e grandi insegnamenti, gli aneddoti indimenticabili di vita contadina...che meraviglia!
E allora grazie Nonna Giulia, porterò sempre con me tutti i momenti trascorsi insieme!
Leggi il racconto di
GiadaV
Voglio dire un grandissimo Grazie al mio nonno Angelo perché mi ha trasmesso la più grande delle passioni: il gioco del calcio e non solo ma anche la passione per insegnare calcio e i principi sani che questo sport può ancora dare ai bambini.
Oggi se ho la mia piccola grande scuola calcio è grazie a te nonno che mi hai dato tanti insegnamenti e tanta passione. Grazieeeee
Leggi il racconto di
Mr.Peppe
Caro Nonno Graziano,
voglio ringraziarti per avermi messo accanto a te tanti pomeriggi mentre eri al tavolo di progettazione.
Se oggi sono un giovane appassionato architetto è grazie a te! Anche se non uso più matita e squadrata...
Un grande abbraccio!
Angelo
Leggi il racconto di
AngeloAb.
I miei nonni si chiamano Mimmo e Lucia,per me sono molto speciali perché da quando sono nato mi hanno insegnato che cos'è la bontà e l'onestà. Ora ho 18anni e gli impegni mi allontanano un po' da loro.Voglio dirgli però che sono sempre nel mio cuore e che li voglio bene.Grazie nonni
Leggi il racconto di
alex
La nostra è una storia di artigiane, di sarte camiciaie per l'esattezza. Oggi siamo alla terza generazione ma tutto è iniziato con mia nonna che nel dopoguerra aprì un piccolo laboratorio di camicie su misura a Napoli. Da lei ha imparato tutti i segreti del mestiere mia mamma, Anna, che poi proprio insieme a mia nonna ha insegnato questo lavoro meraviglioso a noi tre figlie.
Ancora oggi, lei, nonostante i suoi 89 anni, spesso viene in laboratorio e segue con passione il lavoro quotidiano.
Ti vogliamo bene nonna Titina...grazie di cuore per tutto quello che ci hai insegnato e per l'amore che ci hai trasmesso.
Simona
Leggi il racconto di
Simo1980
ciao, mi chiamo Chiara ed ho 13 anni
mamma e papà lavorano, quindi all'uscita da scuola trovavo sempre nonna Miranda che mi portava a casa con la macchina. Era sempre attenta a farmi mangiare cibi sani spiegandomi l'importanza di mangiare cose genuine. Grazie ai suoi insegnamenti, oggi che faccio la prima superiore e torno a casa da sola, mi cucino da sola dei piatti gustosi ma sempre genuinin.

grazie nonna :-)
Leggi il racconto di
kikka20
Mio Nonno è stato un grande papà e un grande nonno.
Se oggi il nostro ristorante è molto apprezzato sia in Costiera Amalfitana che in tutta la Campania è perché lui ha lavorato tutta la vita per creare un posto dove le persone mangiassero bene e si sentissero un po' come a casa propria. Ha insegnato prima a mia madre e poi a me tutti i segreti per apprezzare un buon vino, al punto che questa sua grande passione è diventata per me molto di più...visto che sto studiando da sommelier!
Grazie Nonno...sei unico al mondo!
Leggi il racconto di
Fede
sono GiòGiò, ho 9 anni e voglio dire grazie al mio super nonno Giulio.

Mi fa giocare, mi porta in bicicletta e al parco, a volte vado all'orto e mi racconta come crescono le piante e i fiori. Mi chiede di innaffiare stando attenta a non fare male agli insetti perchè dice che sono importanti, fanno bene ai fiori e servono per l'ambiete.

Il nonno è attento a tutto, il mio nonno è grandissimo. Auguri nonno


Leggi il racconto di
giò0208
Salve a tutti,
scrivo da un piccolo paesino nella provincia di Arezzo!
Voglio partecipare per ringraziare mio nonno Piero che con tanti sacrifici negli anni è riuscito a dare un futuro a tutta la famiglia creando un piccolo salumificio che poi è passato nelle mani di mio papà con il quale ora collboro anche io, già da qualche anno!
Nonno grazie grazi grazie per averci dato tanto e aver insegnato a tutti noi come fare i migliori salumi della Valdichiana!!!!
Giuseppe
Leggi il racconto di
Giuse84
la storia di mia nonna è la storia della "nonna di tutti",perché così la chiamavano nel quartiere.matriarca di una numerosa famiglia siciliana, era amata e rispettata per la bontà d'animo,la generosità e la saggezza.quando ero piccola,ogni tanto, qualche distinto signore portava un dolcetto a me e mia nonna,ringraziandola.entrambi si commuovevano.io,senza capire,apprezzavo il dolcetto e restavo a guardare in silenzio.mia madre mi raccontó,allora,che in anni lontani,ogni mattina,alcuni bambini passavano lungo la via in cui era sito il negozio di famiglia,per andare nella vicina scuola.mia nonna preparava loro dei dolci.spesso,per questi bambini era l'unico pasto della giornata.in cambio,la nonna chiedeva loro di impegnarsi nello studio,imparando a leggere e scrivere."sturìa,u beni arresta a tia"(studia,il beneficio resterà a te),diceva.i bambini di ieri sono oggi insegnanti,professionisti,commercianti,con la passione per i dolci,un aneddoto da raccontare,un insegnamento da tramandare.
Leggi il racconto di
Simonadesi
Non dimenticherò mai le passeggiate di domenica mattina con i miei nonni in campagna. Soprattutto mia nonna, mi ha sempre insegnato tanti piccoli segreti su tutte le specialità della nostra terra, dai pomodori alle albicocche.
Nonostante io oggi faccia tutt'altro, l'ingegnere, mi è rimasto dentro quel senso di attaccamento alla mia terra, alle cose buone che vi nascono e alle tradizioni della mia famiglia.
Grazie mille nonna Matilde e nonno Gino!
Leggi il racconto di
Ucariello
I ricordi con i nonni sono sempre i più belli.
Forse perché da sempre si sacrificano per i nipoti, dedicando loro
tempo e coccole.
I ricordi sono tanti.
Ricordo quando a 6 anni costringevo mio nonno a prendere l'ombrello e ballare con me come Mary Poppins, ripetendo quel balletto almeno 6 volte fino a non sentire più le gambe.
Ricordo quando la mattina accompagnavo mia nonna a fare la spesa e mi comprava sempre qualcosa da mangiare dicendomi "Non dirlo alla mamma che poi si arrabbia se non mangi a pranzo".
I ricordi sono ricchi, intensi.
Credo che la più grande forza dei nonni sia il saper comunicare con i nipoti. Il modo in cui si rivolgono ai bambini è così puro, così dolce che anche le crudeltà di questo mondo le raccontano con una strana ingenuità infantile.
Forse perché, come si dice, più avanzi con l'età più torni bambino e, paradossalmente, la prima e la terza generazione non sono poi così lontane.
Grazie nonni, perché i mie ricordi con voi, sono solo sorrisi.
Leggi il racconto di
Fabi_DiCo
La mia storia parla di due fantastici nonnini, che si sono voluti bene per più di 50 anni e sono sempre stati uniti e stretti, fino alla fine.
La nonnina, nonostante i dolori che la tenevano seduta la maggior parte della giornata, non perdeva momento per chiamarci, salutarci e prometterci bontà che ci avrebbe portato non appena ci saremmo viste, ognuno in famiglia aveva il suo "piatto della nonna". Non si risparmiava nemmeno il biscottino per il cane. Un cuore gigante. Il nonnino invece...bè lui è davvero super. In giro con la sua spider decappottabile, a 80 anni, è ancora super attivo e pieno di passioni: dalla palestra agli smartphone di ultima generazione. Possiede un iphone e lo sento via Whatsapp, dove mi manda le foto da palestrato che si fa alla Virgin con i suoi amici giovani. Non perde occasione per raccontarci barzellette, probabilmente le stesse da 26 anni, ma non importa, ogni volta è come se fosse la prima volta.
Leggi il racconto di
SOPHI91
Un ricordo che conservo vivo nella mia mente è una giornata trascorsa al parco acquatico di Bereguardo (PV). E' stato bello e divertente perché per la prima volta ho fatto lo scivolo rosso che è quello più ripido e lungo della piscina con mio fratello Mattia che è più grande di me di 2 anni. I miei nonni erano lì con noi ed erano contenti perché avevo superato un po' di paura e ci stavamo divertendo veramente. Fortunatamente i miei nonni sono giovani e spericolati come noi quindi non avevano paura e ci hanno fatto anche delle belle foto! Un altro ricordo della giornata è il pranzo che ci ha preparato mia nonna: dei buonissimi panini con il prosciutto. Non vedo l'ora che ritorni l'estate per fare delle belle scivolate!
Edoardo
Leggi il racconto di
Eddy
Sono EmmaSofia e ho quasi 7 anni.
Quest'anno ho fatto le vacanze più belle della mia vita con mia nonna Ornella a Fano.
Sono rimasta solo 1 settimana perché poi dovevo andare via con i miei genitori ma è stata veramente indimenticabile perché ero sempre con i miei due migliori amici Diego e Melissa che sono i figli dei proprietari dell'albergo dove andiamo da sempre e stavamo insieme tutto il giorno da quando ci alzavamo fino alla sera dopo che ne facevamo di cotte e di crude. Mia nonna fortunatamente mi lascia libera e quindi ho potuto giocare in spiaggia, andare a fare dei giretti da sola con i miei amici in bicicletta e la sera andare al luna park. Con mia mamma invece non sempre riesco a fare quello che voglio...Un'altra cosa per la quale sono stata bene è che potevo mangiare 1 o anche 2 gelati al giorno cosa che a casa non posso fare. Eravamo in vacanze se non si fanno queste cose quando mai ancora capiterà...dovrò aspettare il prossimo agosto. Auguri nonnini EmmaSofia
Leggi il racconto di
Emma
Di mia nonna conservo un ricordo su tutti, che è stato significativamente decisivo nella mia vita: lei seduta davanti alla tv rapita a guardare il balletto! Mi ricordo che non la smetteva di dirmi di guardare la bellezza con cui i ballerini e le ballerine volteggiavano sul palcoscenico.
Sembrerà banale e retorico ma se oggi sono una ballerina professionista lo devo devo a te nonna Elena!
Grazie...la tua Adri!
Leggi il racconto di
Adri87
Sono Mattia e ho 12 anni. I miei nonni non sono semplicemente nonni ma SUPER NONNI. Li ho soprannominati Wonder Woman e Superman perché sono instancabili. Sono cresciuto con loro perché i miei genitori lavorano sempre fino a tardi e quindi sin da piccolo la maggior parte delle giornate le ho trascorse in loro compagnia. Sono felice di avere questo rapporto speciale con loro. Facciamo tante cose insieme dalle più serie..il nonno mi aiuta per esempio a fare matematica se ho problemi a quelle più divertenti: andare in bicicletta, al Parco Avventura dove anche mio nonno fa il percorso con me...lo devo aspettare ma ci facciamo delle grandi belle risate, al mare a fare il bagno con le onde alte...con la nonna perché il nonno ha un po' paura e non gli piace tanto il mare. Con il nonno condividiamo la passione del calcio: forza Inter! Tanti auguri SUPER NONNI. Siete speciali per me e vi voglio un mondo di bene. Matti
Leggi il racconto di
Mattia23
Ciao a tutti
sono una giovane mamma e scrivo io a nome del mio piccolo Pasquale, che ha solo 4 anni.
Vogliamo dire grazie alla nostra fantastica nonna Piera e al nostro instancabile nonno Luigi. Soprattutto perché senza il loro aiuto quotidiano saremmo persi!
Grazie di cuore nonni!
Leggi il racconto di
SeleLove
Ho sempre voluto bene a mia nonna Maria perché è stata per me come una seconda mamma. Quando tornavo da scuola lei era li ad aspettarmi sempre con qualche manicaretto. Poi, quando finivo di studiare, mi coinvolgeva sempre nelle sue lavorazioni all'uncinetto. Conservo con grande affetto una bella bambola che abbiamo proprio cucito assieme...o meglio io ho aiutato lei a cucirla!
Un bacio nonna! E grazieee!
Leggi il racconto di
Susi00
Mia nonna Marisa era meravigliosa. Un sorriso sempre per tutti, una carezza e un dolcino per noi nipoti erano sempre garantiti!
Eppure lei aveva vissuto una vita da orfana, una vita molto dura da mondina.
Grazie nonna a nome mio e di tutti i tuoi nipoti.
Fra
Leggi il racconto di
FraCastoldi
A mio nonno devo tutto.
è lui che mi ha iniziato al mondo della fotografia, sua grande passione da sempre...mio lavoro oggi!
Ricordo quando andavamo in montagna a prima mattina a fotografare uccelli...indimenticabile!
Oggi, che è molto molto vecchietto e che lo vedo poco, non smette mai di farmi domande sulle ultime diavolerie tecnologiche!
Sei un grande nonno!
Luca

PS. non allego un suo ritratto ma una foto bellissima scattata da lui undecimo di anni fa!
Leggi il racconto di
Cajka
Scrivo solo poche righe,perchè parla una nonna...scrivo solo perchè alla radio italia ascoltavo qualche giorno fa la trasmissione che mi fa compagnia tutte le mattine...e ascoltai della festa dei nonni,ma all'improvviso sentii dallo Speaker che se avessi ricordi dei nonni vecchietti...ma perchè vediamo solo questa immagine ...io sono diventata nonna a 49 ..e poi in un momento molto brutto ,diventai nonna dieci giorni prima che mi veniva a mancare la mia ultima figlia....e Angela la mia nipotina mi ha dato una forza immensa ...con un pensiero che mi accompagna.....la fine e l'inizio della vita....e il senso era il continuo,nonostante tutto...c'era il lutto e la nascita...la tristezza e la gioia...ora Angela ha tre anni e quando stiamo insieme lei dice.."nonna giochiamo e ci trucchiamo"...lo sò avrei dovuto parlare dei miei nonni ...ma i miei non ci sono più...ma io nonna angela ci sono ancora.baci Angela
Leggi il racconto di
nonna angela
UNA SERA ERO A CASA MOLTO TRISTE PERCHE' SENTIVO LA MANCANZA DI MIA NONNA ANNAMARIA E I CUGINETTI CHE SONO SEMPRE TUTTI A CASA SUA.
ALLORA CHIESI ALLA MAMMA SE POTESSI ANDARE A DORMIRE DALLA NONNA, MA LA MAMMA MI DISSE CHE NON POTEVO PERCHE' IL GIORNO DOPO SAREI DOVUTA ANDARE A SCUOLA.
LA NONNA CHE E' MOLTO BUONA HA INSISTITO E MI HA FATTO VENIRE A PRENDERE PERCHE' ERA STANCA DAL LAVORO. HO PASSATO LA NOTTE INSIEME A LEI E ALLA MIA CUGINETTA ELEONORA CHE ORA VIVE CON LEI.
QUELLA SERA LA NONNA NELLA NOSTRA STANZA MI HA FATTO VEDERE UN FILM BELLISSIMO CHE ANCORA RICORDO CON TANTO PIACERE: "BIANCANEVE E IL CACCIATORE". MI HA ABBRACCIATO ED IO MI SONO SUBITO ADDORMENTATA FELICEMENTE. LA MATTINA DOPO LA NONNA MI HA PREPARATO LA COLAZIONE CON LATTE E TANTI BISCOTTI DI TUTTI I TIPI, MI HA VESTITA, LAVATA E MI HA ACCOMPAGNATO A SCUOLA. POI LO STESSO GIORNO LA MIA SORELLINA SI E' AMMALATA ED IO VOLEVO COMPRARLE UN REGALINO. LA NONNA MI HA ACCONTENTATO ANCHE SE MAMMA NON VOLEVA.
Leggi il racconto di
serenellavisaggio@hotmail.com
Ciao mi chiamo Giuditta e ho 8 anni.
Il mio nonno Enzo è simpatico mi fa divertire molto e pure ridere molto. È il nonno più bello del mondo e anche il piú divertente del mondo!!! bellissimo!!!!!!!!!!!!!!! Tanti auguri nonno per la tua festa e grazie che mi vuoi bene. Da Giudi
Leggi il racconto di
Feria
il compleanno di mio nonno è febbraio e il compleanno di mia nonna è ottobre e gli dò i regali e io gli canto la canzoncina e si mangia la torta e si beve lo spumante e la cocacola. gli voglio bene per me sono i nonni migliori del mondo.
Sofia, 8 anni
Leggi il racconto di
Sofisimo09
i miei nonni sono i più speciali del mondo perchè mi amano come se fossi loro figlia, fanno sentire me e le persone che mi stanno vicine persone speciali, pur di farmi felice si privano loro di qualsiasi cosa e perchè guai a non sentirsi per più di 2 giorni.. mi richiamano subito all'attenti!
Li amo e non potrei immaginare una vita senza di loro!
Leggi il racconto di
chiacchiari
Il mio nonno è il più buono del mondo , infatti quando mamma non mi accompagna da qualche parte c'è sempre lui che mi accompagna è il nonno migliore che ci sia in questo universo e nell'altro.
Di solito quando mamma e papà lavorano io vado a casa sua e prima di andare a dormire mi racconta una storia della buona notte .
Io voglio tanto bene a mio nonno .
Tanti auguri nonno !!!!!!!!!

Leggi il racconto di
TATA
La mia nonna è (era) la più buona del mondo, perché mi ha cresciuto; mi accompagnava a scuola, alle recite scolastiche, alle partite di basket, è stata sempre presente in ogni occasione della mia infanzia e adolescenza. è stata la mia consigliera. ...Se n'è andata con una lucidità invidiabile alla veneranda età di 100 anni. La sua, è stata una vita intensa, ha vissuto le grandi guerre, ha sofferto la fame, ma la sua dignità non l'ha mai persa,
...è stata una donna forte e anche ora che non c'è più, è come se fosse sempre accanto a me, è il mio "Angelo custode"... mi manca da morire, nei momenti tristi penso ancora a lei, a quanto vorrei averla accanto e non capisco i bambini di oggi che non riescono ad apprezzare la fortuna che hanno.
"I NONNI" !!!
Leggi il racconto di
LUPIN
Io lo so che non ha senso scegliere per te i fiori più belli, niente cambia perché tu purtroppo sei lì tra queste mura che vorrei sfondare per correre da te, gli anni senza di te purtroppo sono volati senza accorgermene però io ti sento sempre al mio fianco, perché tu ci sei, L'amore infinito che ci ha legato non passa mai perché il bene non può passare nessuno ci può dividere neanche La tua assenza fisica, io lo so che tu ci guidi da lassù e ci indichi la strada giusta da percorrere, io lo so che nulla è affidato al caso è che dietro ogni scelta che io faccio tu ci sei, nei momenti più bui sento ancora le tue parole di sostegno e rassegnazione che mi dicevi quando ne avevo bisogno e mi dicevi "TUTTO PASSA" ed è vero perché grazie al tuo sostegno morale purtroppo non più fisico io riesco a superare tutte le difficoltà che mi si presentano e sorrido sempre perché tu mi hai insegnato a sorridere alla vita sempre, eri il mio faro, il mio punto di riferimento,vivrai per sempre dentro me
Leggi il racconto di
Titty
Mi chiamo Maira ho 23 anni e da grande vorrei fare la performer di musical... amo cantare! E' la mia vita...
Le mie nonne mi sostengono sempre!
Quando ero piccola la domenica mattina andavamo sempre a casa di mia nonna... lei faceva le orecchietta a mano e lasciava sempre un pezzettino di pasta per me... così appena arrivavo a casa mi mettevo in ginocchio sulla sedia accanto a lei, lei mi rimboccava le maniche, mi infarinava le mani e iniziavamo a fare piccoli salsicciotti di pasta... la cosa divertente è che io nn facevo praticamente neanche un'orecchietta perché ogni volta che lei si girava ne approfittavo per mangiare pezzettini di pasta cruda!
Lei faceva finta di niente ma sapevo che se ne accorgeva! Eppure non mi ha mai detto niente!
Non scorderò mai il sapore di quella pasta...e quanto mi sentissi furba in quel momento!!
Auguri nonna ! Magari un giorno imparerò a fare le orecchiette invece di mangiarle!!! ????
Leggi il racconto di
Maira93
Ciao sono Elisa Sapienza, abito a Novate Milanese in provincia di Milano.
Di professione faccio l'insegnante di canto e faccio parte di una compagnia di musical giovanile, la Freak Musical Company.
Amo i nonni, prima di addormentarmi giocavo sempre con mio nonno a "indovina le capitali", vinceva il gioco, non tanto chi rispondeva correttamente alla domanda, ma chi riusciva a non addormentarsi prima di aver indovinato almeno 15 capitali.
Nonno le sapeva veramente tutte ma il problema è che si addormentava subito quindi io ero la campionessa delle capitali.
Grazie a questo gioco ora so veramente tutte le capitali.
Leggi il racconto di
Els94
i miei nonni sono molto dolci e buoni. io li penso sempre e quando non c'è la mia mamma ci sono loro e non mi sento solo. nonna mi dà sempre tanta pasta di nascosto a mamma che si preoccupa che divento ciccione.
poi parliamo per ore di treni. insetti e uccelli.
i miei nonni si chiamano Amelia e Michelino.
auguri nonni cari.
Leggi il racconto di
valeria.ferra
Auguri ai miei nonni
I miei nonni del cuore
Che mi hanno cresciuto e accompagnato
Che hanno molta pazienza in più dei genitori
Ai miei nonni un immenso abbraccio grazie per tutto quello che fate e che avete fatto per me vi adoro
Leggi il racconto di
Sofiaaaaa
Salve tutti sono Marilena
,ho 30 anni e Sono nata in Sicilia .
Purtroppo i miei nonni non ci sono più
Ma è come se fosse che ci sono sempre accanto a me xche grazie a loro sono diventata la donna che sono oggi
Determinata e generosa ma soprattutto a vivere con i valori più importanti X me "la famiglia "!
Grazie nonni che vegliate X me da lassù ?
Leggi il racconto di
Pupapinck
Salve sono Riccardo, il mio nonno Vito e' un nonno speciale, perche' ha sempre fatto cio' che io desideravo. Comprava in d musicali ogni volta che lo chiamavo. Una volta senza che io lo sapessi ha fatto lui una torna ed e' venuto a portarmela a scuola, per ringraziarmi di tutto. Buona giornata.
Leggi il racconto di
Richi96
La Nonna de Roma
Margherita fraterna
della città eterna.
Con un sorriso
te illuminava er viso ,
Nonna che la domenica te faceva e fettuccine
e ce potevano magnà a decine ,
Non era solo donna de casa
quanno entravi ner negozio suo, sembrava la Nasa,
La chiamano istituzione
perchè era sempre pronta all'evoluzione,
Alle nipoti tutto ja insegnato
per non falle rimanè ner passato,
I nonni te dicono tutto
sei te che devi mette a frutto,
Ce diceva Nonna lascia il nome
sei te che devi fa vedè come.
Nonna oggi te famo l'auguri
lo sai so quelli puri,
Quelli delle tue nipoti
che nella città tua, stanotte,
er core je fa a botte,
per stringete ancora e esse sovrani,
ma tanto lo sai, No,
che se beccamo domani.

Auguri

Ba e Ale
Leggi il racconto di
ale e ba
Oggi é la prima festa dei nonni per Pietro e Patrizia! Tanti auguri dalla loro nipotina Greta
Leggi il racconto di
Serena23
I MIEI NONNI PATERNI NON CI SONO PIU' MA CI ADORAVANO , IO ERO SEMPRE IN ANSIA PERCHE' , ESSENDO ANZIANI, AVEVO PAURA DI PERDERLI COME POI FU ED IO NE SOFFRII TANTO . IL NONNO MATERNO LO PERSI MOLTO PRESTO , LUI AVEVA 60 ANNI! ERA UN UOMO CHE HA AMATO TANTO MIA NONNA ANTONIETTA CHE E' LA NONNA A CUI VORREI FARE I MIEI PIU' CARI AUGURI . E' UNA DONNA STRAORDINARIA , HA LAVORATO IN FABBRICA , IN CAMPAGNA E CRESCIUTO SEI FIGLI A CUI NON HA FATTO MANCARE MAI NIENTE . SE POTESSE APRIREBBE UN NEGOZIO E GUIDEREBBE UN'APE , A ME FA TANTO RIDERE , VORREI TANTO CHE VENISSE A VIVERE DI NUOVO CON NOI . MI MANCANO TANTO LE NOSTRE CHIACCHIERATE , MI AIUTAVA A FARE ANCHE IL DOPOSCUOLA , LA ADORO !
Leggi il racconto di
PANDORA
Semplicemente perché ci sono sempre
Vi vogliamo un mondo di bene
Leggi il racconto di
Ele
Ciao,mi chiamo Raffaele ,ho 13 anni e abito nella provincia di Caserta.Mia nonna si chiama Antonietta ed è la più buona che c'è perché mi ha insegnato che nella vita non bisogna mai arrendersi e superare la difficoltà. È un pilastro fondamentale per me.Tra le sue qualità, voglio evidenziare soprattutto che è una donna forte e dolcissima.È molto cara a me e se dovrei fare il giro del mondo la mia scelta sarà sempre puntata su di lei, non la cambierei mai perché mi sento fiero di avere una nonna così speciale. Grazie nonna ,ti voglio un mondo di bene e buona festa dei nonni.
Leggi il racconto di
Raffaele
Mio nonno è un nonno speciale quando ero piccolo e ancora adesso mi racconta della sua avventura in Perù ha attraversato il fiume Rio delle amazzoni legato ad una zattera e dormiva nella foresta.
Leggi il racconto di
Francesco
Sono felice di avere questi meravigliosi nonni perche' mi hanno insegnato ad essere una persona Buona e leale. A rincorrere i miei sogni avendo sempre i piedi per terra. Ad essere modesto e mai presentuoso. FELICE FESTA
Leggi il racconto di
catalano1